Post

Nibali. Il supereroe perfetto per me

Immagine
Vincenzo Nibali è il mio eroe. Perché combatte in primis contro la sfiga; perché quelli che sembrano più forti di lui un giorno si saprà che...; perché ha classe; perché si è fatto da sé. E non di doping. Perché mi ricorda maledettamente me stesso. Io gli metto addosso maglia rosa maglia gialla maglia rossa e maglia iridata contemporaneamente, a costo di farlo diventare come l'omino Michelin. Vai Vincenzo, continua ad entusiasmarmi con la tua pazienza e la tua forza d'animo!

Il ricatto ideologico delle ONG

Immagine
A me Salvini fa schifo, ma non tollero il delirio di onnipotenza delle ONG che, sul tema migranti, vorrebbero dettare legge. Credo che molti dei personaggi che le guidano abbiano ampiamente pisciato fuori dal vaso. E, da italiano, rispedisco al mittente le accuse rivolte al nostro Paese riguardo alle morti nel mare Mediterraneo. Ricordiamoci che le ONG vanno a prelevare i migranti praticamente a ridosso delle coste libiche. Questo non è "soccorso in mare", è tutt'altra cosa: è partecipazione attiva ad un disegno politico, pur legittimo. Scusate se vi ho deluso, non arruolandomi tra i buonisti, ma guardare la realtà senza filtri ideologici porta a questo.

Lo strano caso di Mamadou Kamara, dei coniugi Solano e di un silenzio sospetto

Immagine
Il 30 Agosto del 2015 i coniugi settantenni Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez vengono assassinati, con violenza bestiale da sconosciuti che, introdottisi nella loro casa di Palagonia (CT), sgozzano l'uomo fracassandogli poi la testa e violentano e seviziano la donna buttandola successivamente giù da un balcone. Poche ore dopo viene fermato uno degli oltre tremila richiedenti asilo che lo Stato italiano ospita nel vicino CARA di Mineo (CT) poiché, tornando nel centro, portava con sé un borsone con degli oggetti appartenenti alle due vittime e dei vestiti sporchi di sangue. E' un ivoriano, diciottenne, di nome Mamadou Kamara. Fin qui quello che si è saputo sui giornali più diffusi. Da allora è calata una strana cappa di "disattenzione" sull'argomento. Quello che si riesce a sapere da giornali di provincia e da fonti avventurose non di tiratura nazionale, è che è in corso dal 2016 a Catania un lunghissimo processo dal quale stanno emergendo prove incontrovertibili s…

PD? No grazie, ho smesso

Immagine
Non posso - proprio non posso - votare questo PD perché è diventato un partito padronale, proprio come Forza Italia, tanto per fare un esempio.Non posso - proprio non posso - votare questo partito perché negli anni di governo non ha mosso un dito a favore del Sud. Anzi, lo ha derubato di quelle pochissime risorse che, almeno sulla carta, gli spetterebbero (Esempio? il Jobs Act finanziato coi fondi FAS). Non posso - proprio non posso - votare per quel partito con quel segretario che ha imposto una spoliazione di introiti fiscali ai danni della Sicilia senza precedenti. Tra l'altro calpestando lo Statuto Regionale Siciliano, che ha il rango di legge costituzionale. Non posso - proprio non posso - votare per quel partito che è stato - col suo segretario - il responsabile degli accordi che hanno portato a far sbarcare i migranti salvati nelle acque prospicienti la Libia, quasi esclusivamente (diciamo 90%) in Sicilia. Non posso - proprio non posso - votare per quel partito che ha cacciato…

Kannolen a Bozen!

Immagine
Una dozzina di giorni fa, passeggiando per le vie di Bolzano, ci sediamo ai tavoli di un bar, all'aperto. Non avevo neanche fatto caso che l'insegna recitava: dolci siciliani, ecc... anche perché generalmente non amo prendere dolci siciliani al di fuori dello Stretto di Messina. Arriva il barista e comincia a ventilare la disponibilità di cannoli e io, pavoneggiandomi, "Mah, sono siciliano, e..." e il tizio "Siciliano di dove?". "Originario di Cefalù". Il tipo sbianca, balbetta qualcosa e dopo, stentoreo,..."minchia puru io'!!! ". Che ve lo dico a fare che il cannolo era buonissimo!? C'ho trovato il sapore delle Madonie dentro. In ogni caso vorrei specificare che a me i dolci di Bolzano piacciono un casino e che secondo me sono secondi solo ai nostri e ai napoletani.

Al ponte al ponte!

Immagine
Da troppi anni un tira e molla stucchevole vanifica l'intrapresa di una delle opere che potrebbero dare gran lustro all'Italia e, soprattutto, impulso all'economia asfittica del nostro Paese e a quella inesistente del Sud Italia: il ponte sullo Stretto di Messina. Opera che sconta la diffidenza di buona parte degli opinion makers nostrani che si riflette sull'opinione pubblica nazionale, in parte convinta da notizie semplicemente false (propalate da stampa ideologizzata tipo: il Fatto quotidiano) della non realizzabilità dell'opera, dell'inutilità, ecc... Balle, semplicemente balle. E, siccome mi sono un po' stufato di cercare di smentire tutti questi luoghi comuni, pur avendolo fatto - ad esempio - dalle pagine di Repubblica http://palermo.repubblica.it/commenti/2016/10/15/news/il_coraggio_di_fare_un_ponte_sullo_stretto-149840884/ e in cento altri contesti, mi sono deciso di scrivere un libro che contenga tutte le informazioni vere sulla materia e tutte le…

Ape Crash

Immagine
Periodicamente mi viene in mente un episodio di parecchi anni fa, ai tempi della spensieratezza e della gioia di vivere. Una vita fa. Fu qualcosa che turbò questo mio stato d'animo, minandolo abbastanza. L'episodio è questo.
Ero su un treno e, come ogni mattina, facevo la mia oretta di percorso su uno scassato locale di Trenetiopia. Ad un certo punto, superato T.I. ma prima di arrivare a T. vedo sulla strada lato monte che costeggia la linea ferroviaria, una "tre ruote" (Ape Piaggio) affrontare una curva a gomito perfettamente a sinistra (lato interno curva invece che esterno). Contemporaneamente vedevo che, con velocità non trascurabile, un'auto arrivava dall'altro lato, tenendo la destra, perfettamente sincronizzata per l'impatto. Non vidi l'incidente, perché il treno sfrecciò via. Nessuno disse niente, e forse nessuno vide niente. Io ebbi come l'impressione di aver subito un pugno nella pancia fortissimo. Provai quella sensazione d'impotenza…